Noce - Juglans regia L.
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Famiglia: Juglandaceae

Originario dell'Asia centro-occidentale, il noce è stato introdotto in Europa in epoca antichissima per i suoi frutti eduli. In Italia si trova in tutta la penisola e nelle isole fino a 1000 metri di altitudine.

Foglie di Noce Foglie di Noce (foto www.agraria.org)

Frutti di Noce Frutti di Noce

Caratteristiche generali

Dimensione e portamento
Raggiunge i 30 metri di altezza. e presenta una chioma espansa e arrotondata.
Tronco e corteccia
Tronco massiccio e diritto, con corteccia grigio chiara, liscia da giovane poi rugosa e solcata soprattutto longitudinalmente.
Foglie
Foglie decidue, composte, imparipennate , costituita solitamente 7 foglioline ovoidali-ellittiche a margine liscio.
Strutture riproduttive
Specie monoica con fiori unisessuali, quelli maschili in amenti penduli, quelli femminili nell' ascella delle foglie terminali sui nuovi rami. Il frutto è una drupa globosa; l'esocarpo (mallo) carnoso, verde, annerisce a maturità liberando l'endocarpo legnoso (la noce) costituito da due valve che racchiudono il gheriglio, rivestito da una sottile pellicola e costituito da due cotiledoni sinuosi.

Usi

I frutti eduli sono ricchi di olio e zuccheri vengono impiegati anche nell'industria della cosmesi e farmaceutica. Il legno è molto pregiato, duro, compatto, resistente e di facile lavorazione e viene usato per la costruzione di mobili e parquet.. Molto usato anche come pianta ornamentale in parchi e giardini.

(tratto da agraria .org)

aggiornato il 23/05/08 00:07