Il Lucanus cervus (Cervo volante)

Lucanus cervus è il più spettacolare coleottero europeo. La grande taglia, il dimorfismo sessuale molto accentuato, la forma delle grandi mandibole dei maschi lo rendono inconfondibile. I maschi telodonti maggiori possono superare i 9 cm, e pare che quelli della sottospecie judaicus, nord africani, siano accreditati come i più grandi lucanidi del mondo. Lo sviluppo larvale di questa specie avviene a carico di svariate essenze arboree, in special modo Quercia, Castagno, Faggio, Salice, Pioppo, e può protrarsi fino a 8 anni. I maschi più spettacolari sono proprio quelli che hanno passato più tempo come larva. Alcuni dicono che che la femmina deponga le uova in grande profondità presso le radici degli alberi, altri propendono semplicemente per una deposizione nel legno marcio. Io sono più portato a ritenere plausibile la prima ipotesi, visto che le uniche larve da me viste si trovavano tra le radici di querce morte appena divelte dal terreno. Gli adulti vivono pochi mesi, e completano il loro ciclo vitale prima di agosto. Questa meravigliosa specie è in progressiva rarefazione e protetta dalla Convenzione di Berna (Direttiva Habitat), e quindi non andrebbe allevata in cattività. Peraltro, la sua riproduzione risulta molto complessa, per cui si dovrebbe sempre lasciare nell’ambiente naturale gli esemplari di questa specie eventualmente rinvenuti.

(tratto da http://www.oryctes.com/intro.htm)

 

 

 

 

 

 

aggiornato il 04/03/16 15:03