Questa farfalla è diffusa dalla Spegna sino al Giappone ma in Italia si trova soprattuto al Nord. E' diffice da avvicinare e se sisturbata tende a rifugiarsi sulle cime degli alberi. Caratteristica è la colorazione delle ali dei machi la cui apertura può arrivare a 6 cm, esse presentano, infatti, a seconda dell’angolo di incidenza della luce, degli stupendi riflessi metallici blu/violetti. Questo fenomeno è dovuto agli effetti di diffrazione e riflessione della luce sulle squame delle ali. Le femmine, che hanno squame diverse, sono invece prive di questi riflessi. Frequenta soprattutto boschi umidi di pianura e la si rinviene principalmente ai margini dei fiumi, dove si posa solitamente sulle foglie dei rami più alti di salici e pioppi, piante ospiti dei bruchi.

 

 

aggiornato il 04/03/16 15:05