Il cobite comune è un pesciolino dal caratteristico corpo allungato, quasi cilindrico e appiattito sul ventre. Ha un breve muso conico dotato di una minuscola bocca in posizione sottostante, dalle labbra protrattili atte a succhiare gli animaletti che vivono sotto i sassi del fondale. Sul labbro superiore spiccano 4 corti barbigli e altri 2 pendono da quello inferiore. I piccoli occhi, posti in alto e anteriormente al muso, Hanno al di sotto una piccola spina erettile. La pinna dorsale, ben sviluppata, è a metà corpo; la caudale è leggermente arrotondata; normali le altre. Il cobite è ricoperto di piccole scaglie e la pelle è piuttosto viscida. Il dorso e i fianchi hanno una colorazione grigio giallastra, a volte tendente al bruno, su cui spiccano numerose piccole macchie scure lineari o punteggiate. Le macchie si fanno più grosse sui fianchi dove talvolta si uniscono a formare una linea continua longitudinale. Linee o punteggiature scure sulla testa e sulla coda: Il ventre, privo di macchie, è gialliccio.

NOME LATINO: Cobitis larvata (Filippi 1859)
FAMIGLIA: Cobitidae
ORDINE: Cypriniformes
NOME INGLESE: (Loach)

MORFOLOGIA: corpo allungato, anteriormente a sezione cilindrica, compressa nella porzione caudale; testa lievemente rivolta verso il basso, barbigli appuntiti; le squame sono molto piccole e la colorazione è bruno rossastra con macchie più scure allineate sul dorso, giallastra sul ventre; sui fianchi è presente un'ampia fascia longitudinale continua o con grandi macchie tendenti a confluire. Pinne pettorali, dorsale e caudale macchiate.
TAGLIA: attorno a 8-10 cm.
DISTRIBUZIONE: Nord Italia, con maggiore frequenza nelle acque piemontesi e lombarde.
HABITAT: prevalentemente in acque correnti, limpide con fondali sassosi; ha abitudini solitarie. Abitualmente si nasconde sotto le pietre ed è attivo di notte; convive con Cobitis taenia e con esso ha biologia simile, almeno nelle linee essenziali.
ALIMENTAZIONE: piccoli invertebrati bentonici.
RIPRODUZIONE: ha luogo in Aprile-Maggio. I maschi presentano due caratteristici rigonfiamenti su ciascun fianco, uno anteriore e l'altro più piccolo posteriore alla pinna dorsale.
VAL. ECONOMICO: nessuno.

(tratto da pescaonline)

aggiornato il 22/05/08 21:06